Documente online.
Username / Parola inexistente
  Zona de administrare documente. Fisierele tale  
Am uitat parola x Creaza cont nou
  Home Exploreaza
Upload




























Consiglio dei Ministri n. 72 del 30 ottobre 2007

Italiana




Consiglio dei Ministri n. 72 del 30 ottobre 2007

30 Ottobre 2007

La Presidenza del Consiglio dei Ministri comunica:





Articoli e documenti politica

Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi alle ore 10,10 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Romano Prodi.

Segretario, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Enrico Letta.

Il Consiglio ha proseguito l'esame e approvato un pacchetto di cinque disegni di legge in materia di sicurezza dei cittadini e di contrasto all'illegalità dif 646c212g fusa. Il pacchetto è completato dal disegno di legge, già approvato dal Consiglio dei Ministri, sull'accelerazione del processo penale, ora all'esame della Camera.

Il Governo chiede una corsia preferenziale per la rapida approvazione delle disposizioni in esso contenute e direttamente funzionali all'effettiva tutela delle esigenze di sicurezza dei cittadini.

Il primo disegno di legge, su proposta del Ministro della giustizia, Mastella, contrasta i reati che creano un forte allarme sociale con misure di inasprimento delle pene per omicidio colposo e lesioni personali colpose se aggravati dallo stato di ebbrezza da alcool o da stupefacenti; introduce il reato di adescamento di minori attraverso l'utilizzo della rete internet o di altri mezzi di comunicazione.

Con il secondo disegno di legge, su proposta del Ministro della giustizia, Mastella, del Ministro degli affari esteri, Massimo D'Alema, e del Ministro dell'interno, Giuliano Amato, l'Italia aderisce al Trattato di Prum (sottoscritto da Belgio, Germania, Spagna, Francia, Lussemburgo, Paesi Bassi ed Austria) che sancisce il potenziamento della cooperazione transfrontaliera per contrastare terrorismo e migrazione illegale. Vengono istituiti la banca dati nazionale del DNA - con il controllo del Garante per la protezione dei dati personali e del Comitato nazionale per la biosicurezza e le biotecnologie - e il Laboratorio centrale delle banche-dati presso i Ministeri dell'interno e della giustizia, al fine di facilitare l'identificazione degli autori di delitti. Nella banca verranno conservati i profili di DNA scaturiti dall'esame di reperti biologici acquisiti nel corso di procedimenti penali, ovvero prelevati da detenuti con condanna definitiva o in carcere per misure cautelari, arrestati in flagranza di reato e sottoposti a fermo di polizia. Di tali reperti è prevista la distruzione nel caso in cui la condanna non venga confermata. Il disegno di legge delega altresì il Governo a istituire i ruoli tecnici del Corpo di polizia penitenziaria.

Nel terzo disegno di legge, ancora su proposta del Ministro della giustizia, Mastella, sono delineate misure di contrasto alla criminalità organizzata e viene conferita al Governo una delega per l'emanazione di un testo unico che unifichi e razionalizzi la disciplina delle misure di prevenzione patrimoniali e personali. Nell'esercizio della delega il Governo terrà conto, tra gli altri, di alcuni criteri qualificanti: le misure patrimoniali di prevenzione verranno applicate anche alle persone giuridiche e ai deceduti entro cinque anni dal decesso; gli imprenditori che non denuncino di essere assoggettati a pressioni da parte della criminalità organizzata potranno evitare il sequestro e la confisca di prevenzione a condizione che collaborino alla ricostruzione di fatti e di elementi di prova decisivi per le indagini; a quelli che fin dall'inizio collaboreranno con l'autorità giudiziaria verrà conferita una amministrazione di sostegno; sarà prevista la possibilità di confiscare anche beni localizzati in Paesi dell'Unione europea.

Con il quarto disegno di legge in materia di sicurezza urbana, su proposta del Ministro dell'interno, Giuliano Amato, il Governo intende contrastare alcuni comportamenti diffusi e particolarmente odiosi della cosiddetta "criminalità di strada" introducendo nel codice penale misure di tutela per i minori, tra cui il reato di impiego di questi in pratiche di accattonaggio, la responsabilità dei maggiorenni che partecipino a delitti commessi da minori, il danneggiamento, deturpamento o imbrattamento di immobili non solo di pregio (quando comunque il fatto pregiudichi il decoro urbano), l'occupazione abusiva di suolo pubblico anche a fini di commercio, la detenzione di razzi, bengala od altro materiale con potenzialità offensiva in prossimità di manifestazioni sportive.

Alle città d'arte è assegnato un contributo straordinario, proporzionato alla consistenza del flusso di turisti e alla rilevanza del patrimonio culturale, finalizzato ad assicurare il mantenimento delle aree con valore storico, artistico e archeologico.

Viene inoltre prevista la pena accessoria della decadenza dalla potestà di genitore quando venga accertato un vero e proprio asservimento del minore di età che si configuri come riduzione in schiavitù e commercio di esseri umani. In attuazione del nuovo Titolo V della Costituzione si provvede ad integrare i poteri di ordinanza del Sindaco, quale ufficiale di Governo, con riferimento alla sicurezza urbana delle collettività locali, anche sulla base di appositi atti di indirizzo del Ministro dell'interno. Al fine di assicurare effettività all'esecuzione degli allontanamenti dei cittadini dell'Unione per motivi di ordine pubblico e di pubblica sicurezza si prevedono due livelli di competenza (Ministro e Prefetto) con riferimento, rispettivamente, alla sicurezza dello Stato e a motivi di pubblica sicurezza che compromettono i diritti fondamentali della persona. Nel procedimento di allontanamento sono applicate le medesime procedure di garanzia già previste per i cittadini extracomunitari. Il provvedimento riceverà il parere della Conferenza Stato-Città.

Il quinto disegno di legge, su proposta del Ministro della giustizia, Mastella, rende più severa ed esaustiva l'attuale disciplina sanzionatoria in materia di falso in bilancio. La disciplina su cui il Governo interviene, introdotta nel 2002, ha prestato il fianco a numerose critiche sul piano giurisprudenziale e dottrinale in quanto il complessivo ridimensionamento dell'area penalmente rilevante ha comportato un ridimensionamento significativo delle esigenze di tutela anticipata di interessi patrimoniali; un'ulteriore spinta ad intervenire proviene dal notevole contrasto giurisprudenziale che si è creato in sede comunitaria e internazionale, laddove il presupposto comune di diverse ordinanze di rimessione alla Corte di Giustizia si è dimostrato essere l'esistenza, in materia di comunicazioni sociali, di obblighi di tutela, discendenti proprio dall'ordinamento comunitario, degli interessi dei terzi. Queste, in sintesi, le modifiche introdotte dal disegno di legge: eliminazione delle fattispecie contravvenzionali; eliminazione della procedibilità a querela; creazione di due fattispecie distinte di falso in bilancio, una per le società non quotate e una per le società quotate in borsa; riformulazione della fattispecie di falso nelle comunicazioni delle società di revisione; eliminazione della soglia di punibilità; previsione di un'aggravante specifica per i casi di falso in bilancio che arrechino grave nocumento ai risparmiatori e alla società civile.

Il Consiglio dei Ministri ha poi discusso e condiviso la necessità di presentare in Parlamento due emendamenti governativi a provvedimenti già in corso di esame da parte delle Camere. Le due norme intendono, rispettivamente: migliorare la vigente disciplina repressiva in tema di contraffazione, alterazione e uso di marchi, nonché l'usurpazione di segni e modelli, rendendo possibili operazioni investigative cosiddette "sottocopertura" e prevedendo un aggravamento del regime della confisca; contrastare il cosiddetto "caporalato", lo sfruttamento di lavoratori presenti irregolarmente sul territorio nazionale, con adeguate e aggravate sanzioni.

Il Consiglio ha quindi approvato i seguenti provvedimenti:

su proposta del Presidente del Consiglio, Romano Prodi, e del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, Alfonso Pecoraro Scanio:



- un decreto-legge che consente agli impianti soggetti ad autorizzazione integrata ambientale già in esercizio di proseguire per alcuni mesi (fino al 31 marzo 2008) la propria attività, nelle more della definizione dei procedimenti di rilascio della medesima autorizzazione tuttora pendenti; la proroga, concessa in considerazione di ritardi procedurali, mira ad evitare che la normativa antinquinamento blocchi il funzionamento di impianti industriali di vario genere, essenziali per il tessuto produttivo;

su proposta del Ministro per gli affari regionali, Linda Lanzillotta, e del Ministro per le politiche giovanili e le attività sportive, Giovanna Melandri:

- un disegno di legge che integra e rende più incisive, sotto il profilo della vigilanza e della prevenzione, la normativa in materia di sicurezza nella pratica dello sci e degli sport invernali da discesa. Particolarmente rilevante, accanto alle misure proposte che verranno attuate in sinergia con le Regioni, la disciplina del soccorso tramite elicottero, con la previsione che i gestori delle piste individuino apposite aree per l'atterraggio di tali mezzi, gli unici che possono garantire immediatezza e sicurezza degli interventi. I gestori dovranno altresì assicurare informazioni adeguate sulle condizioni metereologiche e sui rischi di valanghe e potenziare la segnaletica, mentre per gli sciatori sono previste nuove misure in materia di comportamento sciistico, velocità e utilizzo delle attrezzature. Le norme interessano chi pratica tali sport e gli operatori del settore, ma non mancheranno di avere una ricaduta positiva sul turismo connesso, fino ad oggi danneggiato da troppi incidenti dovuti ad incuria e lacune normative; sul disegno di legge è stato acquisito il parere della Conferenza Stato-Regioni;

su proposta del Ministro per le politiche comunitarie, Emma Bonino, e dei Ministri di settore:

- tre decreti legislativi, sui quali sono stati espressi i pareri prescritti, che recepiscono le seguenti direttive comunitarie:

1. 2005/62, per l'introduzione di una gestione pienamente controllata e garantita dei servizi trasfusionali (co-proponente il Ministro della salute);

2. 2004/109, sull'armonizzazione degli obblighi di trasparenza riguardanti le informazioni sugli emittenti i cui valori mobiliari sono ammessi alla negoziazione in un mercato regolamentato (co-proponente il Ministro dell'economia e delle finanze);

3. 2005/33, in materia di tenore di zolfo dei combustibili per uso marittimo, nonché' di altri combustibili liquidi (co-proponente il Ministro dell'ambiente e politiche del territorio e del mare);

su proposta del Ministro degli affari esteri, Massimo D'Alema:

due disegni di legge per la ratifica e l'esecuzione dei seguenti Atti internazionali:

1) Accordo Italia-Moldova sulla cooperazione nel campo della difesa (co-proponente il Ministro della difesa);

2) Accordo Italia-Francia sull'attuazione di una gestione unificata del Tunnel di Tenda e la costruzione di un nuovo tunnel;

- un regolamento, sul quale si sono favorevolmente espressi il Consiglio di Stato e le Camere, che riorganizza gli Uffici di diretta collaborazione del Ministro;

su proposta del Ministro della pubblica istruzione, Giuseppe Fioroni:

- un regolamento che apporta alcune modifiche alla normativa vigente in materia di iniziative complementari ed attività integrative nelle istituzioni scolastiche, con particolare riferimento al funzionamento delle consulte provinciali, nonché all'istituzione del Consiglio nazionale dei presidenti delle consulte provinciali dello studente.

Il Consiglio ha avviato l'esame preliminare del disegno di legge, su proposta del Ministri Lanzillotta e Chiti, per l'attuazione del terzo comma dell'articolo 116 della Costituzione.

In ottemperanza a quanto stabilito dalla legge finanziaria per il 2007 (articolo 1, comma 404), il Consiglio ha poi approvato cinque regolamenti, sui quali sono stati acquisiti i pareri prescritti, che riorganizzano i Ministeri delle infrastrutture, dello sviluppo economico, per i beni e le attività culturali, dell'università e della ricerca e del commercio con l'estero, al fine di razionalizzarne e ottimizzarne spesa e costi di funzionamento.

Su proposta del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, Alfonso Pecoraro Scanio, il Consiglio ha deliberato il nuovo testo del decreto presidenziale che istituisce il Parco nazionale dell'Appennino lucano-Val d'Agri-Lagonegrese, per la conservazione e la salvaguardia delle caratteristiche dell'area sotto il profilo paesaggistico e culturale, nonché per favorire lo sviluppo economico e sociale, ecologicamente compatibile, delle comunità locali. Il provvedimento tiene conto di alcuni rilievi formulati dalla Corte dei conti.

Il Consiglio, infine, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie locali, Lanzillotta, ha esaminato numerose leggi regionali a norma dell'art. 127 della Costituzione.

La seduta ha avuto termine alle ore 11,50.

Consiglio dei Ministri n. 71 del 23 ottobre 2007

Documenti correlati

Testo completo da stampare

La Presidenza del Consiglio dei Ministri comunica:

Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi alle ore 16,30 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Romano Prodi.

Segretario, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Enrico Letta.

Il Consiglio ha avviato l'esame di un pacchetto di provvedimenti in materia di sicurezza dei cittadini e di contrasto all'illegalità dif 646c212g fusa.

Il Consiglio ha inoltre approvato i seguenti provvedimenti:

su proposta del Ministro della solidarietà sociale, Paolo Ferrero:

- un disegno di legge che interviene sul problema del rilascio per finita locazione di immobili ad uso di abitazione per particolari categorie, al fine di consentire il completamento del programma di interventi in favore di persone svantaggiate varato dalla recentissima legge n. 9 del 2007; è in quest'ottica programmatica che il provvedimento, quindi, proroga fino al 15 ottobre 2008 la sospensione degli sfratti, in attesa della definizione del "programma casa" deciso all'esito della concertazione per la programmazione in materia di edilizia residenziale pubblica con il fine di consentire, senza soluzione di continuità, il passaggio da casa a casa di persone svantaggiate;

su proposta del Ministro delle politiche agricole, Paolo De Castro:



- un disegno di legge che prevede una nuova disciplina del commercio interno del riso, con riferimento alla classificazione e denominazione di vendita, alle sanzioni ed agli istituti abilitati ai controlli; si è favorevolmente espressa sul provvedimento la Conferenza unificata;

su proposta del Ministro dello sviluppo economico, Pierluigi Bersani, e del Ministro per le politiche europee, Emma Bonino:

- un decreto legislativo che compie un ulteriore passo verso la redazione di un testo che comprenda tutta la disciplina vigente in materia di tutela dei consumatori, punto di riferimento per essi e per le imprese, aggiornato con le norme comunitarie in materia e pertanto strumento di regolazione di uno sviluppo ordinato, efficiente e concorrenziale. In particolare le modifiche apportate al vigente codice del consumo recepiscono le direttive 2002/65, in materia di commercializzazione a distanza di servizi finanziari ai consumatori, e 2005/29, in materia di pratiche commerciali sleali nei rapporti fra professionisti e consumatori. Sul provvedimento si sono espressi la Conferenza unificata ed il Consiglio di Stato; sono stati altresì acquisiti i pareri parlamentari;

Consiglio dei Ministri n. 71 del 23 ottobre 2007

23 Ottobre 2007

La Presidenza del Consiglio dei Ministri comunica:


Articoli e documenti politica

Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi alle ore 16,30 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Romano Prodi.

Segretario, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Enrico Letta.

Il Consiglio ha avviato l'esame di un pacchetto di provvedimenti in materia di sicurezza dei cittadini e di contrasto all'illegalità dif 646c212g fusa.

Il Consiglio ha inoltre approvato i seguenti provvedimenti:

su proposta del Ministro della solidarietà sociale, Paolo Ferrero:

- un disegno di legge che interviene sul problema del rilascio per finita locazione di immobili ad uso di abitazione per particolari categorie, al fine di consentire il completamento del programma di interventi in favore di persone svantaggiate varato dalla recentissima legge n. 9 del 2007; è in quest'ottica programmatica che il provvedimento, quindi, proroga fino al 15 ottobre 2008 la sospensione degli sfratti, in attesa della definizione del "programma casa" deciso all'esito della concertazione per la programmazione in materia di edilizia residenziale pubblica con il fine di consentire, senza soluzione di continuità, il passaggio da casa a casa di persone svantaggiate;

su proposta del Ministro delle politiche agricole, Paolo De Castro:

- un disegno di legge che prevede una nuova disciplina del commercio interno del riso, con riferimento alla classificazione e denominazione di vendita, alle sanzioni ed agli istituti abilitati ai controlli; si è favorevolmente espressa sul provvedimento la Conferenza unificata;

su proposta del Ministro dello sviluppo economico, Pierluigi Bersani, e del Ministro per le politiche europee, Emma Bonino:

- un decreto legislativo che compie un ulteriore passo verso la redazione di un testo che comprenda tutta la disciplina vigente in materia di tutela dei consumatori, punto di riferimento per essi e per le imprese, aggiornato con le norme comunitarie in materia e pertanto strumento di regolazione di uno sviluppo ordinato, efficiente e concorrenziale. In particolare le modifiche apportate al vigente codice del consumo recepiscono le direttive 2002/65, in materia di commercializzazione a distanza di servizi finanziari ai consumatori, e 2005/29, in materia di pratiche commerciali sleali nei rapporti fra professionisti e consumatori. Sul provvedimento si sono espressi la Conferenza unificata ed il Consiglio di Stato; sono stati altresì acquisiti i pareri parlamentari;

su proposta del Ministro per gli affari regionali, Linda Lanzillotta:

- un decreto presidenziale che formalizza l'intesa raggiunta fra il Governo e il Presidente della Provincia autonoma di Trento, nonché il Presidente e il Rettore dell'Università degli studi di Trento, per la determinazione del contributo dello Stato al funzionamento di tale Università;

su proposta del Ministro per le politiche europee, Bonino, e del Ministro della giustizia, Mastella:

- un decreto legislativo, sul quale si sono espresse le Commissioni parlamentari, che introduce nell'ordinamento sanzioni per le violazioni di quanto disposto dal Regolamento comunitario n. 785/2004, relativo ai requisiti assicurativi applicabili ai vettori aerei e agli esercenti di aeromobili;

su proposta del Ministro per le politiche europee, Bonino, e dei Ministri di settore, il Consiglio ha approvato in via definitiva quattordici decreti legislativi, sui quali sono stati acquisiti i pareri prescritti, per il recepimento delle seguenti direttive comunitarie:

2004/23, sulla definizione di norme di qualità e di sicurezza per la donazione, l'approvvigionamento, il controllo, la lavorazione, la conservazione, lo stoccaggio e la distribuzione di tessuti e cellule umane (co-proponente il Ministro della salute);

2004/36, sulla sicurezza degli aeromobili di Paesi terzi che utilizzano aeroporti comunitari ( co-proponente il Ministro dei trasporti);

2004/41, (anche in applicazione dei regolamenti comunitari in materia) per il riordino della disciplina nazionale relativa ai controlli in materia di sicurezza alimentare (co-proponente il Ministro della salute);

2004/80, relativa all'indennizzo delle vittime di reati (co-proponente il Ministro della giustizia);

2004/108, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative alla compatibilita' elettromagnetica (co-proponenti i Ministri dello sviluppo economico e delle comunicazioni);

2004/113, per la parità di trattamento tra uomini e donne per quanto riguarda l'accesso a beni e servizi e la relativa fornitura (co-proponente il Ministro per i diritti e le pari opportunità);

2005/14, sull'assicurazione della responsabilità civile risultante dalla circolazione di autoveicoli (co-proponente il Ministro dello sviluppo economico);

2005/19, sul regime fiscale comune da applicare alle fusioni, alle scissioni, ai conferimenti d'attivo ed agli scambi di azioni concernenti società di Stati membri diversi (co-proponente il Ministro dell'economia e delle finanze);

2005/28, relativa a principi e linee guida dettagliate per la buona pratica clinica, ai medicinali in fase di sperimentazione a uso umano, nonché ai requisiti per l'autorizzazione alla fabbricazione o importazione di tali medicinali (co-proponente il Ministro della salute);



2005/36 e 2005/100, per il riconoscimento delle qualifiche professionali e l'adeguamento di direttive sulla libera circolazione a seguito dell'adesione di Bulgaria e Romania (co-proponenti i Ministri della pubblica istruzione, dell'università e ricerca, della salute, della giustizia);

2005/32, per l'individuazione di un quadro di riferimento, quanto a garanzie e controlli di sicurezza e di ecocompatibilità, per l'immissione sul mercato, la messa in servizio e la libera circolazione di prodotti che consumano energia (elettrica, da combustibili o rinnovabile) (co-proponenti i Ministri dello sviluppo economico e dell'ambiente e tutela del territorio e del mare);

2005/35, per il contrasto all'inquinamento provocato da navi e l'introduzione di sanzioni per le relative violazioni (co-proponente il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare);

2005/61, in materia di rintracciabilità del sangue e notifica di effetti indesiderati ed incidenti gravi (co-proponente il Ministro della salute);

2005/65, per il miglioramento della sicurezza dei porti (co-proponente il Ministro dei trasporti).

Il Consiglio ha poi approvato il secondo Rapporto sullo stato di attuazione del Piano nazionale di riforma sulla rinnovata strategia di Lisbona, redatto dal Dipartimento per le politiche comunitarie, già esaminato dal CIACE. Il Rapporto dovrà ora essere inviato alla Commissione Europea per la fase di valutazione.

Al fine di favorire il completamento delle operazioni di ripristino della normalità a seguito degli incendi che si sono verificati nell'Italia centro-meridionale, è stato inoltre prorogato lo stato d'emergenza relativo già dichiarato.

Il Consiglio ha deliberato, su proposta del Ministro dell'interno, Amato, il conferimento della cittadinanza italiana, ai sensi della legge n. 91 del 1992, al dottor Fred Mandelli, medico chirurgo e cittadino israeliano, per gli eminenti servizi resi al Paese.

E' stata altresì prorogato lo scioglimento della ASL n. 9 di Locri (Reggio Calabria), al fine di completare le azioni di recupero dalle ingerenze della criminalità organizzata.

Il Consiglio ha infine autorizzato il Ministro per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione, Luigi Nicolais, ad esprimere il parere favorevole del Governo sull'Ipotesi di contratto collettivo nazionale quadro per la ripartizione dei distacchi e permessi alle organizzazioni sindacali rappresentative nei comparti (biennio 2006-2007).

Il Consiglio, infine, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie locali, Lanzillotta, ha esaminato numerose leggi regionali a norma dell'art. 127 della Costituzione.

La seduta ha avuto termine alle ore 20,45.

Consiglio dei Ministri n. 73 del 31 ottobre 2007

Documenti correlati

Testo completo da stampare

La Presidenza del Consiglio dei Ministri comunica:

Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi alle ore 19,45 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Romano Prodi.

Segretario, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Enrico Letta.

Il Consiglio dei Ministri, appositamente convocato in via straordinaria, ha approvato, su proposta del Presidente del Consiglio, Romano Prodi, del Ministro dell'interno, Giuliano Amato, e del Ministro della giustizia, Clemente Mastella, un decreto-legge che anticipa alcune disposizioni del disegno di legge in materia di sicurezza urbana varato ieri dal Governo, al fine di contrastare episodi di particolare violenza e di criminalità efferata. L'urgenza del provvedimento muove dalla drammatica aggressione avvenuta oggi a Roma, ma le misure approvate dal Consiglio questa sera non riguardano tale crimine, per il quale si è già provveduto all'arresto dei responsabili ed è in corso il relativo procedimento penale; il Governo intende rendere immediatamente possibile l'esecuzione dell'allontanamento di cittadini comunitari per motivi di pubblica sicurezza nei termini che già erano stati definiti dal disegno di legge in materia di sicurezza urbana.

La seduta ha avuto termine alle ore 20,35.

Consiglio dei Ministri n. 73 del 31 ottobre 2007

31 Ottobre 2007

La Presidenza del Consiglio dei Ministri comunica:

Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi alle ore 19,45 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Romano Prodi.

Segretario, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Enrico Letta.

Il Consiglio dei Ministri, appositamente convocato in via straordinaria, ha approvato, su proposta del Presidente del Consiglio, Romano Prodi, del Ministro dell'interno, Giuliano Amato, e del Ministro della giustizia, Clemente Mastella, un decreto-legge che anticipa alcune disposizioni del disegno di legge in materia di sicurezza urbana varato ieri dal Governo, al fine di contrastare episodi di particolare violenza e di criminalità efferata. L'urgenza del provvedimento muove dalla drammatica aggressione avvenuta oggi a Roma, ma le misure approvate dal Consiglio questa sera non riguardano tale crimine, per il quale si è già provveduto all'arresto dei responsabili ed è in corso il relativo procedimento penale; il Governo intende rendere immediatamente possibile l'esecuzione dell'allontanamento di cittadini comunitari per motivi di pubblica sicurezza nei termini che già erano stati definiti dal disegno di legge in materia di sicurezza urbana.

La seduta ha avuto termine alle ore 20,35.










Document Info


Accesari: 1418
Apreciat:

Comenteaza documentul:

Nu esti inregistrat
Trebuie sa fii utilizator inregistrat pentru a putea comenta


Creaza cont nou

A fost util?

Daca documentul a fost util si crezi ca merita
sa adaugi un link catre el la tine in site

Copiaza codul
in pagina web a site-ului tau.




eCoduri.com - coduri postale, contabile, CAEN sau bancare

Politica de confidentialitate




Copyright © Contact (SCRIGROUP Int. 2022 )